I pancakes americani


Alzarsi tardi la domenica mattina porta dritti ad una abitudine anglosassone che è quella di fondere la colazione con il pranzo in quello che si chiama brunch (breakfast+lunch).

Invece di tristi fette biscottate (e con un apporto calorico paragonabile) potete preparare dei pancakes, che servirete con il classico sciroppo d’acero e del buon burro.

Ovviamente potete aprire il frigo ed accompagnare i pancakes con quello che avete, ma lavorandoci su con un po di anticipo, potete trasformare il vostro brunch in una vera “true experience” servendo i pancakes con una fresca spremuta di arancio o di pompelmo (o del buon succo di frutta); tè, caffè e latte; frutta fresca, affettati e formaggi misti e pane tostato.  © Maurizio Lodi

La ricetta per i Pancakes:

– 250gr di farina

– 1 bustina di lievito per dolci

– 75gr di zucchero

– 2 uova

– 1/4 di litro di latte

– 30gr di burro fuso o 2 cucchiai di olio

– 1 pizzico di sale

Mescolate insieme, in una ciotola alta, la farina, lo zucchero, il sale e il lievito, (setacciare la farina aiuta ad evitare grumi nell’impasto).

In un’altra ciotola, mescolate le uova, il latte e il burro ammorbidito fuori dal frigo (o l’olio).

Unite poco alla volta il mix liquido al mix di farina e mischiate bene, con una frusta a mano o con una forchetta (sempre per evitare la formazione di grumi) e lasciate poi riposare l’impasto per un po’ (un’oretta è il tempo ideale).

Mettete sul fuoco una piastra o una padella antiaderente: quando la piastra è calda, abbassate la fiamma e mettete due cucchiai di composto al centro della pentola: il liquido si allargherà da solo e prenderà una forma tondeggiante.

Quando forma delle bollicine sulla superficie e la pastella “si asciuga”, voltate il pancake con la paletta e cuocetelo un minuto anche dall’altro lato (attenzione a non farlo bruciare!!!).

Disponete i pancake uno sull’altro e portateli in tavola caldissimi: se non siete riusciti a trovare lo sciroppo d’acero del miele (scaldatelo un po per renderlo più liquido) è un buon sostituto!!!

Potete usare farina integrale o farine diverse (farro, riso, kamut, ecc.) per preparare i pancakes ed anche aggiungere nell’impasto mirtilli o altri frutti di bosco o gocce di cioccolato

 

95958044a500c1e2153ee95abfd54449.jpg

Maurizio Lodi, vive e lavora a Milano come fotografo come studio Ubik da 20 anni. Studia fotografia e apre lo studio negli anni 80 e si occupa di still life (fotografia di oggetti) ed industriale nel settore farmaceutico. Sviluppa collaborazioni nell’editoria informatica nascente (msdos) ed in seguito approda al “food” (fotografia di cibo e gastronomia) che costituisce la maggior parte del suo lavoro odierno.

È collaboratore stabile delle migliori riviste specializzate ed è attivo nel settore del packaging e della pubblicità. A margine della sua attività professionale non ha mai smesso di scattare per se e a sviluppare ricerche in campo artistico. Da due anni pubblico il blog Ubikblog.

Link sito: Maurizio Lodi

 

 

 

 

FoodLove pubblica esclusivamente contenuti ed informazioni forniti dai rispettivi autori e proprietari legali del copyright

Disclaimer:

– FoodLove non ha carattere di periodicità e non è, di conseguenza, considerabile come “prodotto editoriale” ex L.62/2001…

– I testi, le immagini e i marchi e ogni proprietà intellettuale riprodotti in questo sito sono utilizzati con il permesso e rimangono di proprietà dei rispettivi proprietari del copyright ©.

– FoodLove declina ogni responsabilità riguardo ai contenuti dei siti segnalati.

 

 

I pancakes americaniultima modifica: 2010-02-17T00:05:00+00:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo
Tag:, , , ,

Lascia un commento